LENTI A CONTATTO RIGIDE


Le lenti a contatto rigide sono, invece, costituite da polimeri vetrosi e altri materiali; sono più difficili da applicare e rimuovere, ma possono correggere la maggior parte dei problemi di vista, soprattutto in caso di miopia, astigmatismo ed ipermetropia elevata, in quanto consentono una visione superiore rispetto alle lenti a contatto morbide.

L'ossigenazione dell'occhio è garantita dal movimento della lente sulla superificie corneale, anche se, ad oggi, sono quasi totalmente sostituite dalle lenti a contatto rigide gas permeabili, che sono simili dìalle rigide ma garantisce una migliore respirazione dell'occhio, riducendo il rischio di eventuali infezioni oculari. Sia queste che le lenti rigide non sono consigliate per chi pratica sport ad lato livello. Esistono anche altri tipi di lenti a contatto, meno frequenti, come:

- le lenti a contatto ibride: hanno un disco centrale rigido e la parte esterna morbida. Adatte per migliorare una possibile curvatura della cornea;

- le lenti a contatto toriche: ha una diversa potenza di focalizzazione e sono particolarmente adatte a curare l'astigmatismo;

- le lenti a contatto bifocali o multifocali: contengono zone differenti per la visione sia da vicino sia lontano, adatte per correggere la presbiopia.

- le lenti a contatto multifocali sono in grado di migliorare la miopia, ipermetropia e astgmatismo in combinazione con la presbiopia.

- le lenti a contatto colorate: oltre che essere utilizzate per scopi cosmetici, possono migliorare la percezione del colore compensare il disturbo del daltonismo. Anche queste dovrebbero essere applicate previa prescrizione medica.